Museo

  • Il Museo Piaggio è stato inaugurato nel marzo del 2000 nei locali dell’ex officina attrezzeria, uno dei corpi di fabbrica più antichi e affascinanti del complesso industriale di Pontedera, dove l’azienda insediò la propria produzione a partire dai primi anni Venti del ‘900. Il Museo è nato per conservare e valorizzare il patrimonio storico di una delle più antiche imprese italiane e si pone l’obiettivo di ricostruire le vicende di Piaggio e del suo Territorio ripercorrendo un lungo tratto di storia italiana, fatto di trasformazioni economiche, di costume e di sviluppo industriale, attraverso l’esposizione dei suoi prodotti più famosi e rappresentativi e grazie alla ricchissima documentazione conservata nell’Archivio Storico.
    Completamente rinnovato nel 2018, dopo 18 anni di attività e più di 600.000 visitatori, il Museo Piaggio occupa oggi 5.000 metri quadrati, con più di 250 pezzi esposti. Esso è dunque il più grande e completo museo italiano dedicato alle due ruote e accoglie esemplari unici che raccontano non solo la storia del Gruppo Piaggio e dei suoi marchi, ma ripercorrono la storia della mobilità e dello sviluppo industriale e sociale del Paese, perché la memoria storica di Piaggio attraversa l’intera storia dei trasporti: navi, treni, aeroplani, auto, scooter, motociclette sono nate dalla casa madre e dai suoi marchi. Il Museo si propone così come l’unico in grado di ripercorrere, in Italia, la storia di un comparto ad altissimi contenuti tecnologici e di innovazione, la cui evoluzione ha segnato la storia d’Europa.

    Le sue sale accolgono alcuni preziosi pezzi della produzione ferroviaria e aeronautica prebellica, la ricca e ammirata collezione Vespa, la collezione dei prodotti Piaggio a due, tre e quattro ruote (Ape, Porter, ciclomotori) e la straordinaria raccolta di prodotti legati alla storia più propriamente motociclistica e sportiva dei marchi del Gruppo: ApriliaGilera Moto Guzzi, che insieme collezionano il meraviglioso palmares di 104 Titoli Mondiali nelle varie specialità del motociclismo sportivo, dalle Supermoto al Motomondiale, dal Trial alla SBK.

    Accanto allo spazio dedicato alle collezioni esposte permanentemente, il Museo Piaggio dedica 340 m² a esposizioni temporanee che permettono alla struttura di variare continuamente l’offerta culturale spaziando dal campo dell’arte a quello della tecnologia, dalla divulgazione scientifica alla moda. Negli anni questi spazi hanno ospitato mostre, eventi e opere di artisti straordinari quali Dalì, Picasso e, tra gli italiani, Burri, Nomellini, Viani, Pellizza da Volpedo, Fattori, Modigliani, Carrà, Signorini, Soffici, Spreafico, Nespolo e altri protagonisti dell’arte moderna e contemporanea.

    Nel 2003 il Museo Piaggio e l’Archivio Storico sono stati premiati come Miglior Museo e miglior Archivio d’Impresa in Italia, nell’edizione del Premio Impresa e Cultura 2003.

    ORARIO

    Martedì – Sabato: 10.00 – 18.00
    Domenica: (seconda e quarta Domenica del mese) 10:00 – 18:00
    Lunedì: Chiuso

    Aperture straordinarie:

    2018 – Festa dell’Immacolata (8 dicembre); Santo Stefano (26 dicembre)

    2019 – Pasquetta (22 aprile); Festa di Liberazione (25 aprile); Festa dei Lavoratori (1 maggio); Festa della Repubblica (2 giugno); Ferragosto (15 agosto); Giorno di San Faustino (secondo giovedì del mese di ottobre); Tutti i Santi (1 novembre); Festa dell’Immacolata (8 dicembre); Santo Stefano (26 dicembre)

     

    ORARIO Bookshop

    Martedì – Sabato: 10.00 – 18.00
    Domenica (seconda e quarta domenica del mese): 10.00 – 18.00
    Lunedì: Chiuso

     

    INGRESSO LIBERO

Collezioni

  • 1945
    Nella primavera del 1945 Enrico Piaggio, pur avendo dato disposizione per la costruzione di cento MP5 “Paperino”, non ancora del tutto convinto del progetto di Spolti, sollecitò l’intervento di...
  • 1931
    Iniziò nel 1931 la collaborazione dell’Ing. d’Ascanio con Piaggio per sviluppare un nuovo componente meccanico destinato a rivoluzionare la storia dell’aeronautica. Il funzionamento dell’elica a passo variabile si basa...
  • 1909
    La VT 317 del 1909 è la prima motocicletta progettata e costruita da Giuseppe Gilera nella sua officina di Milano, in corso XXII marzo. Le prime monocilindriche costruite da...
  • 1962
    Questa Vespa 150 S di produzione spagnola è forse la Vespa più preziosa del mondo. Il 25 luglio del 1962 due studenti universitari spagnoli, Antonio Veciana e Santiago Guillem,...
  • 1947
    Soprannominato dai collaudatori del Reparto Sperimentale il “Gobbo”, questo tipo di veicolo fu costruito all’inizio del 1948 in tre esemplari, partendo dalla base della nuova Vespa 125, che stava...
  • 1971
    Nell’ottobre 1971, Gigi Crosa, studente genovese di 24 anni, decise di tentare la difficile impresa di arrivare in vetta al Kilimanjaro, a 5.895 metri. Da sempre amante del viaggio...
  • 1991
    Nel 1991 la Aprilia da Gran Premio cambia nome e viene siglata RS/V: si tratta di una moto profondamente rivista rispetto a quella della stagione precedente a livello dei...
  • 1923
    Il primo passo nell’evoluzione del motore Guzzi è rappresentato dal modello C 2V con entrambe le valvole in testa, parallele e azionate da aste e bilancieri, costruito nel 1923...