Relazione Attività

Le mostre, gli eventi, i convegni, le pubblicazioni e le attività culturali che si svolgono anno per anno negli spazi del Museo Piaggio.

RELAZIONE SULLE ATTIVITÁ 2021

 

Anche nel 2021 l’attività della Fondazione Piaggio è stata fortemente condizionata dalla evoluzione della pandemia Covid 19. Le attività in presenza ne sono risultate frenate ma non è certo rimasto bloccato il fervore di attività scientifiche, storiche e culturali che da sempre connotano la Fondazione.

Il Museo Piaggio è rimasto chiuso al pubblico fino alla fine di Aprile quando, con estrema cautela, sono riprese le visite su prenotazione in fasce d’orario stabilite e con numeri contingentati. Il tour virtuale del Museo, inaugurato nel mese di marzo, ha sopperito alle difficoltà delle visite in presenza e ci ha permesso di mantenere vivo l’interesse per le nostre collezioni.

La situazione sanitaria ci ha sconsigliato di festeggiare come avremmo voluto i 75 anni di Vespa ma per celebrare questo anniversario abbiamo ugualmente realizzato la mostra Vespizzatevi! 75 anni di successi e ripartenze che, oltre dai visitatori del Museo, è stata ammirata in tour virtuale da moltissimi appassionati della Vespa.

Gli eventi culturali, scientifici, didattici e di costume in presenza, sospesi dall’inizio della pandemia, sono ripresi nel corso della primavera in live-streaming e, nel corso dell’estate, sono stati realizzarti all’aperto, sul palco opportunamente allestito nel Piazzale Corradino D’Ascanio. Con il mese di ottobre è iniziata di nuovo la loro programmazione al coperto, con un numero limitato di eventi e di partecipanti e con la massima attenzione al rispetto delle normative anti-Covid vigenti.

Di particolare rilevanza anche nel 2021 sono stati gli eventi musicali organizzati ed ospitati (ben 32 concerti!), da sempre ponte tra il mondo Piaggio ed il mondo della cultura giovanile. 

Tutto quanto sopra detto ha portato ad un numero di visitatori del Museo pari a circa 15.000, dato che si somma alle circa 10.000 visite virtuali delle nostre collezioni e della mostra Vespizzatevi! 75 anni di successi e ripartenze. Le partecipazioni ai nostri eventi in live-streaming sono state circa 2.000 e oltre 7.000 le loro visualizzazioni successive; Le presenze agli eventi all’aperto sono state circa 3.000. Anche se sono mancati i grandi numeri collegati agli eventi vespistici, alle visite scolastiche ed ai tour organizzati, riteniamo di avere ottenuto il massimo risultato possibile senza fare mai correre rischi al personale della Fondazione Piaggio, alla Piaggio ed al territorio.

Nel 2021 sono proseguite le attività di studio e di supporto storico e documentale alle attività Piaggio e ai progetti di terzi autorizzati (Università, studiosi, Case Editrici, etc.). Sono state inoltre ulteriormente migliorate le sale espositive del Museo ed arricchite le collezioni esposte, pronti per un 2022 che tutti ci auguriamo migliore.

 

ARCHIVIO STORICO PIAGGIO

Nel corso del 2021 l’Archivio Storico Piaggio ha contribuito in maniera determinante alle attività di comunicazione aziendale, soprattutto nel contesto di due importanti anniversari: i 75 anni di Vespa (1946-2921) e i 100 anni di Moto Guzzi (1921-2021). Per quanto riguarda l’anniversario di Vespa, l’Archivio ha fornito spunti, immagini e consulenza storica sia per la campagna social sia per la realizzazione della comunicazione legata al compleanno sul sito Vespa.com e nell’ambito del neonato Vespa Magazine. Ha inoltre lavorato all’ideazione, alla ricerca iconografica e alla redazione dei testi per la mostra Vespizzatevi! 75 anni di successi e ripartenze, e alla sua versione “virtuale”, con approfondimenti video. Per Moto Guzzi, è proseguito il lavoro di digitalizzazione e indicizzazione del materiale d’archivio prelevato a Mandello nell’ottobre 2020: sono stati digitalizzati e descritti i fondi fotografici relativi al racing, agli stabilimenti, agli eventi e ai raduni, alle forniture militari e al prodotto, il materiale di comunicazione, le rassegne stampa e una selezione di documentazione tecnica, oltre a opuscoli e riviste di carattere storico. Questa grande operazione di digitalizzazione e descrizione dei materiali ha permesso all’Archivio di fornire una consulenza documentata per la realizzazione del libro “Moto Guzzi” edito da Piaggio e Rizzoli in occasione del centenario: ricerca iconografica, valutazione e acquisizione dei diritti fotografici, revisione dei testi. All’Archivio è ugualmente spettato il compito di fornire immagini e informazioni storiche per la realizzazione della campagna di comunicazione dell’anniversario, così come per il volume su Moto Guzzi realizzato dalla “Gazzetta dello Sport”. 
Il tradizionale supporto al Licesing si è concretizzato nella ricerca iconografica per la realizzazione della Vespa animata del film Disney Pixar “Luca”, così come per il progetto della Vespa Lego Creator e per altri progetti in via di definizione.
Con la progressiva ripresa dei servizi al pubblico, l’Archivio ha ricominciato a fornire supporto per la ricerca anche in presenza (ma non solo) a studenti, studiosi e giornalisti per la realizzazione di tesine, tesi di laurea e pubblicazioni. Si segnalano, in particolare, il volume realizzato dal Vespa Club d’Italia dedicato alla Vespa Rally e una tesi di laurea sulla colonia montana di Santo Stefano d’Aveto.
È proseguito, infine, il lavoro di inserimento e schedatura immagini nel portale dell’Archivio Storico digitale, per il quale è stato finalizzato l’allargamento ai brand Moto Guzzi e Aprilia.

 


 

MOSTRE

Il 2021 è stato l’anno di festeggiamento dei 75 anni di Vespa e la Fondazione Piaggio ha deciso di omaggiare questo importante anniversario realizzando una mostra dal titolo Vespizzatevi! 75 anni di successi e ripartenze. La mostra celebra i 75 anni di Vespa con una coloratissima esplosione di più di 200 immagini che ne ripercorrono la storia raccogliendo la suggestione di uno dei suoi slogan pubblicitari più riusciti, Vespizzatevi, che nei primi anni ’50 accompagnò l’Italia e l’Europa nella ricostruzione post bellica e nelle prime fasi del boom economico, quando Vespa fu “un veicolo per tutti”, per il recupero della mobilità e, quindi, della libertà. Una geniale invenzione linguistica in grado di racchiudere in una parola lo spirito senza tempo di Vespa e la sua capacità di accompagnare il desiderio di libertà di generazioni di uomini e donne in movimento. 
In settantacinque anni di storia e con 19 milioni di esemplari prodotti diffusi sulle strade dei cinque continenti Vespa ha infatti saputo dare una nuova marcia al mondo intero, diffondendosi sulle strade di tutte le nazioni e unendo in un’unica passione giovani di culture lontane e diverse. Primo marchio veramente globale della mobilità, è diventata trait d’union tra generazioni, interagendo con ambienti sociali lontani tra loro, generando fenomeni culturali diversi, peculiari delle realtà nelle quali ha saputo calarsi fino a diventarne protagonista e tratto distintivo. Ha guidato fenomeni di costume, musicali, giovanili. Ha accompagnato paesi e continenti nella loro crescita. Li ha fatti correre nelle fasi di benessere economico.
Lo spazio espositivo è organizzato in 6 sezioni tematiche. Le fotografie e i video in esposizione provengono dal prezioso, ricchissimo e in gran parte ancora oggi inedito materiale dell’Archivio Storico Piaggio.
Guest star, la nuovissima Vespa 75th, nata per celebrare questo importante compleanno. In mostra anche un’opera luminosa realizzata dall’artista Marco Lodola in occasione del compleanno di Vespa: “Vespa75”, pezzo unico in perspex e neon.
Della mostra è stato anche realizzato il virtual tour, una modalità inedita per usufruire, anche da lontano, della proposta espositiva del Museo Piaggio, che ha permesso di accedere a contenuti multimediali aggiuntivi e che ha riscosso grande successo ottenendo 2.155 visualizzazioni dalla sua inaugurazione.
Visto il successo di pubblico la mostra è stata prorogata fino a fine anno.

In occasione del centenario di Moto Guzzi, in presenza ancora di molte restrizioni e in attesa quindi di realizzare un programma di festeggiamenti più importante nel corso del prossimo anno, il Museo ha accolto una piccola mostra organizzata dal Club ACI Storico. in esposizione i modelli Moto Guzzi del Club accanto alla collezione permanente del Museo Piaggio, gioielli preziosi che hanno fatto la storia del motociclismo mondiale.

 


 

CONCERTI

A un anno esatto dall’interruzione della passata edizione, pur ancora con molte precauzioni, è partita la terza edizione del Pontedera Music Festival. In un momento ancora molto difficile per la musica dal vivo e per le istituzioni musicali si è voluto chiamare questa edizione Tornare in contatto, così da esplicitarne l’intento in modo più possibile sintetico ed efficace: rimettere al centro delle nostre vite il contatto con la musica dal vivo, inizialmente con un programma dal vivo in assenza di pubblico con collegamenti in streaming e poi con il programma estivo finalmente in presenza all’aperto sul piazzale del Museo.
Le visualizzazioni delle 20 dirette degli appuntamenti concertistici sono state oltre 7.000.

Concerti primaverili del Pontedera Music Festival
In programma 16 appuntamenti di grande rilievo, dal 21 marzo al 26 giugno, per un’edizione fortemente voluta dagli organizzatori, la Fondazione Piaggio e l’Accademia Musicale Pontedera, con la preziosa collaborazione della prestigiosa etichetta discografica fonè e il patrocinio del Comune di Pontedera. Nonostante le difficoltà del momento, è stato possibile confermare alcune caratteristiche peculiari del Festival: qualità degli artisti di livello internazionale, presenza di musicisti operanti e conosciuti sul territorio della Valdera e coinvolgimento della cittadinanza e dei giovani.

Due gli appuntamenti con i concerti realizzati in collaborazione con fonè, con la Direzione Artistica di Giulio Cesare Ricci. Si è trattato in ambedue i casi di piacevoli ritorni:

  • Il sassofonista americano Scott Hamilton, uno dei più grandi "artisti mainstream" al mondo, esponente di grandissimo rilievo del jazz "tradizionale", che ha suonato in quartetto con tre jazzisti di prim'ordine: Paolo Birro piano, Aldo Zonno contrabbasso, Alfred Kramer batteria, suoi abituali partners quando si esibisce in Italia.

  • Duettango, questa volta in formazione "Quintetto": Filippo Arlia piano, Cesare Chiacchiaretta bandoneon, Giovanni Zonino violino, Enrico Corapi contrabbasso, Salvatore Russo chitarra elettrica, in un programma molto speciale, interamente dedicato ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita. Il Quintetto Duettango in questo momento è l'unico in Italia a suonare le musiche di Piazzolla cosí come il genio argentino le ha scritte. Le esecuzioni e il tocco sono a tinte swing e jazz, ma le note sono sempre e comunque quelle del grande Astor.

Ci sono inoltre state altre importanti conferme:

  • Due appuntamenti con il pianista Maurizio Baglini, che ha proposto la Sinfonia n.6 di L.V. Beethoven (trasc. Liszt) e Carnaval op. 9 di Schumann per pianoforte solo ed un concerto in duo con la violoncellista Silvia Chiesa

  • I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino che hanno proposto musiche di Ravel, Strauss e Prokoviev.

Tra le novità, due nuove importanti collaborazioni: 

  • L’Orchestra Filarmonica Pucciniana, che ha proposto musiche di L. Boccherini, G.B. Viotti e W.A. Mozart, per archi e flauto solista.

  • La prestigiosa Accademia “G. Gherardeschi” di Pistoia, con un fine settimana dedicato allo scambio di concerti degli allievi dei corsi di perfezionamento che è culminata con il concerto de Il Rossignolo, ensemble di musica antica composto da Martino Noferi, Marica Testi e Ottavio Tenerani.

  • Chiude il cartellone un concerto di chitarra di Enea Leone in un omaggio a Ennio Morricone.

Tutti gli appuntamenti sopra elencati si sono alternati ai concerti offerti dai musicisti del territorio che hanno proposto molteplici programmi cameristici, dal duo voce e chitarra, al quintetto a fiati, ai recital solistici per chitarra e pianoforte, in alcuni dei quali sono stati protagonisti giovani talenti recentemente vincitori di concorsi internazionali.

Concerti Estivi del Pontedera Music Festival 
L’edizione estiva del Pontedera Music Festival 2021, nuovamente con il pubblico in presenza anche se all’aperto, ha visto in programma 16 appuntamenti, 14 dei quali sul palco attrezzato nel piazzale Corradino d’Ascanio, su cui si affaccia il Museo Piaggio, e 2 a Villa Crastan, nel centro di Pontedera. 
Anche per questa edizione estiva è stata estremamente importante la collaborazione con la casa discografica fonè che, sotto la direzione artistica di Giulio Cesare Ricci, ha proposto 4 appuntamenti: 

  • La Musica al tempo di Dante con il gruppo vocale e strumentale Al Qantarah, formato da sette specialisti di musica antica. Francesca Esposito, voce principale, Fabio Tricomi, viella, marranzano, tamburello, voce, Igor Niego, tamburello, Donato Sansone, simphonia, pandura (liuto a manico lungo), voce, Fabio Accurso, citola (liuto a manico corto), voce, Sebastiano Scollo, triangolo, liuto, voce, Roberto Bolelli, scattagnetti (castagnette), voce solista. L’anteprima di queste musiche si è tenuta al Quirinale il 25 marzo in occasione del Dantedì trasmesso su Rai1.

  • Gabriele Mirabassi in trio, concerto. Gabriele Mirabassi, clarinetto, Nando Di Modugno, chitarra classica, e Pierluigi Balducci, basso acustico, hanno compiuto un viaggio evocativo e suggestivo dal Mediterraneo all’America del Sud, su una rotta in cui si intersecano jazz, folklore e echi della tradizione classica.

  • Raiz & Radicanto.  In versione completamente acustica e accompagnato dai suoi storici compagni di viaggio, Radicanto, il cantante napoletano storica voce degli Almamegretta, ha attraversato in un recital di canzoni d’autore tutto il Mediterraneo dimostrando che – in musica come in cultura – esistono preziosi ponti tra i vari popoli che si affacciano sul Mare Nostrum che sono un patrimonio da preservare. Raiz, voce, si è esibito con Giuseppe De Trizio, chitarra classica, Adolfo La Volpe, oud, chitarra classica, chitarra portoghese e Francesco De Palma, percussioni.

  • Musica Nuda, concerto che Petra Magoni e Ferruccio Spinetti hanno dedicato alle poesie in musica di Fabrizio De Andrè

Da una collaborazione con l’Istituto Musicale Rodolfo del Corona sono nate due serate sotto la direzione artistica di Laura Brioli:

  • Musical dreams concerto di Musical Theatre con brani scelti da: “The phantom of the opera”, “Les Misérables”, Il gobbo di Notre-Dame”, “My fair lady”, “Grease”, “West Side Story”. 

  • Opera Forever, Arie e duetti immortali dalle più celebri opere liriche di W. A. Mozart, G. Verdi, G. Puccini, P. Mascagni.

Fra gli altri appuntamenti: 

  • Vick Frida in trio acustico.  

  • L’atteso ritorno di Don Backy al Museo Piaggio con le famose melodie del suo repertorio che tutti ricordano e che hanno fatto sognare un’intera generazione.

  • Il concerto della Borrkia Big Band con Stefano Toncelli, chitarra, basso, batteria, tastiera: una serata dedicata al buon Rock'n Roll di una volta con il sound tipico anni 50, grazie all’energia travolgente per coinvolgere e far ballare il pubblico.

  • Florence Cello Ensemble, diretto da Lucio Labella Danzi, con musiche di Boccherini, Vivaldi, Popper e Rossini. 

  • Barcelona - The Album Tribute, serata tributo a Freddy Mercury e Montserrat Caballé. 

  • Concerto di Andrea Valeri, in collaborazione con Valkos Production: una serata in cui l’affermato chitarrista acustico presenta alcuni giovani talentuosi musicisti da lui prodotti grazie alla collaborazione con Valkos Production.

  • I Fiati dell’Orchestra Filarmonica Pucciniana impegnati in ottetti di Mozart e Stravinsky.

All’interno del cartellone musicale è stato inserito anche un appuntamento speciale letterario/musicale: la presentazione del libro di Marco Rossi Del cuore delle donne. Tra eros, amore e medicina, arricchita da  due monologhi di Giorgio Gaber accompagnati alla chitarra da alcuni brani del repertorio di Gaber a cura di Daniele Guerrazzi.

 


 

ALTRI EVENTI 

La Fondazione Piaggio ha aderito all’iniziativa Corri la Vita, manifestazione promossa dalla Regione Toscana che aiuta tramite l’omonima Onlus le donne colpite da tumore al seno e finanzia progetti che riguardano la prevenzione, la diagnosi precoce e la cura di questa malattia. In occasione della manifestazione, il Museo ha effettuato una apertura straordinaria dedicata ai partecipanti alla corsa.

A pochi giorni dalla scomparsa di Ilo Lorenzetti, amico del Museo oltre che “vespista” appassionato e massimo esperto di Vespa, il Museo Piaggio ha ospitato la presentazione del suo libro Uno. Nessuno. Dodicimila dedicato alle migliaia di uomini e donne che hanno lavorato all'interno degli stabilimenti di Pontedera negli anni ’60 e ’70. 

Nell’anno in cui Pontedera è diventata “capitale dei presepi” il Museo Piaggio ha accolto la presentazione del Festival Terre di presepi che prevede una successiva sfilata in centro storico dedicata alla natività.

La Fondazione Piaggio ha partecipato attivamente a un evento web sui canali Youtube e Linkedin, dal titolo Un racconto attraverso il patrimonio storico per Rinascimento industriale, un nuovo format digitale dedicato alla cultura d'impresa promosso da Museimpresa.

 


 

EVENTI E PROGRAMMI DEDICATI AI GIOVANI E AGLI STUDENTI

La Fondazione Piaggio ha partecipato attivamente al webinar I sentieri delle professioni - Area artistico musicale, organizzato da Campus Orienta, tra studenti delle scuole superiori della Toscana e professionisti o aziende del settore artistico/musicale, finalizzato all’orientamento professionale. 


Il Museo Piaggio ha ospitato la giornata conclusiva del progetto formativo Studiare oggi dedicato alla figura del Prof. Franco Mosca a un anno dalla sua scomparsa. L’evento è stato organizzato dall’associazione AsteroideA ed è stato patrocinato, oltre che dalla Fondazione Piaggio, dall’Università degli Studi di Pisa, dalla Scuola Normale Superiore e dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. I ragazzi delle scuole superiori hanno partecipato in presenza e in remoto presentando video realizzati durante l’anno scolastico sul tema della solidarietà.


Manifestazione Musei in Festa, svoltasi a Villa Baciocchi a Capannoli, in occasione della quale i Musei della Valdera hanno offerto laboratori didattici gratuiti per bambini. Il Museo Piaggio ha partecipato con il laboratorio Piccolo spazio pubblicità.


La Fiera di San Luca (Pontedera). All’interno dello stand dedicato ai Musei della Valdera, il Museo Piaggio ha offerto il laboratorio La mia Vespa pezzo per pezzo in collaborazione con la Cooperativa Formacultura.


Transeetion è stato il tema della sedicesima edizione di Creactivity, il più importante evento formativo organizzato ed ospitato dalla Fondazione Piaggio. Transizioni in ambito energetico, tecnologico e sociale: dal mondo delle gare motociclistiche allo spazio profondo, dalla moda sostenibile alla biorobotica applicata. Sul palco esperti, professionisti e nuovi progettisti. L’evento si è aperto con una Open Conference di Maurizio Goez, Università degli Studi di Milano-Bicocca e IULM, fondatore di Imagination Design Coaching ed è proseguito con tre conferenze in parallelo sui tre temi sopra elencati in ciascuna delle quali sono intervenuti esperti di settore e studenti neolaureati. 
Quest’anno le regole di prevenzione anticovid hanno imposto il numero massimo di partecipanti di 250 studenti al giorno che hanno ascoltato le relazioni e progettato suddivisi in tre gruppi all’interno delle diverse Sale del Museo.


È proseguita la collaborazione con l’Istituto Modartech mirata a promuovere nei giovani la creatività nel design. In particolare, la Fondazione Piaggio ha patrocinato e promosso l’evento estivo svolto sul piazzale D’Ascanio Talent Lab | Creative Exhibition e ospitato nel suo Auditorium le lezioni di esperti di stile e di moda quali Stefano Dominella, amministratore della Maison Gattinoni e ospite opinionista di note trasmissioni RAI.

 


 

CLUB

Partecipazione attiva alla conferenza nazionale del turismo motoristico, evento web organizzato da Città dei motori e ANCI, coordinata dal Presidente di ANCI- Città dei Motori Luigi Zironi, Sindaco di Maranelllo. 


Conferenza stampa di Confcommercio per la presentazione di una iniziativa mirata alla valorizzazione del territorio. Iniziativa promossa dall’associazione ciao in art e dal Ciao Club Pontedera che ha previsto l’esposizione di numerosi Ciao degli anni ‘70 – ‘80.


Campionato toscano Vespa Raid organizzato dal Vespa Club di Pisa e Pontedera con partenza ed arrivo dei Vespisti nel piazzale del Museo, visita al Museo e premiazione in Auditorium.


Tappa del Rally di auto storiche organizzata da ACI SPORT Auto Storiche con cena di gala e premiazione svolte al Museo.


Incontro degli appassionati del Ciao con cerimonia di consegna alle nipoti di Corradino d’Ascanio del Ciao restaurato a cura del Ciao Club di Pontedera.

 


 

PUBBLICAZIONI 

È proseguito il lavoro di raccolta ed elaborazione dei contributi relativi al convegno Dalla Scientia Machinale alla Robotica e all’Industria 4.0 nella Toscana di Leonardo che confluiranno all’interno della pubblicazione degli Atti che avverrà nel corso del 2022 per la Collana di studi Tommaso Fanfani. Per sopperire alla difficoltà nel reperire i contributi dei relatori è stata coinvolta la docente Fiorella Battaglia, collaboratrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che ha dato avvio a una serie di interviste che saranno rielaborate in modo da ricostruire gli interventi arricchiti di ulteriori spunti.

 


 

EVENTI E CONVEGNI ORGANIZZATI PRESSO I LOCALI DEL MUSEO
Aprile - dicembre

Organizzati prevalentemente dalla Fondazione: 13
Organizzati in collaborazione con i soci e altri partner (compresi alcuni concerti PMF): 18
Organizzati da terzi: 1

 


 

I VEICOLI DEL MUSEO IN PRESTITO PER EVENTI ESTERNI
Di seguito alcuni eventi esterni per i quali sono stati prestati veicoli del Museo Piaggio.

Aprilia All Star Limited Edition
Misano - Circuito Simoncelli

  • Aprilia 125 RS "Locatelli" Team Vasco rossi 2000
  • Aprilia 250 RSW "Poggiali" 2003
  • Aprilia 250 RSW "Capirossi" 1998
  • SBK 1000cc Haga 2002
  • RSV4 SBK BIAGGI REPLICA 2010
  • AF1 250cc "Reggiani" 1985
  • Gilera 250 RSA "Marco Simoncelli" C.M.

Puntata della trasmissione RAI 2 "Un'ora sola vi vorrei" Enrico Brignano
Roma Studios ITV Movie di Via Tityrtina

  • Vespa 98 II serie 1947
  • Vespa 50 R 1972
  • Vespa 150 PX Unità d'Italia 2011

Charity event per MediCinema Italia Onlus.
Corner espositivo/fotografico che riproduce le atmosfere di Portorosso del film di animazione LUCA
Acquario di Genova

  • Vespa 150 GS 1957


Mostra CULT&MUST in occasione della Design Week
Superstudio Più Milano

  • Vespa PX 125 "Dolce Vita" (Alcantara) 2015 + DOCUVIDEO VESPA

 

Inaugurazione Concessionario Piaggio Motolandia 99 a Roma
Roma

  • Aprilia RSV4 1000 C.M. (2010) Max Biaggi

 


 

I SOCIAL E LA COMUNICAZIONE

Riprese le attività dal vivo ma ancora in presenza di un’organizzazione fortemente condizionata dalle regole anti-covid, l’utilizzo di una buona strategia social ha continuato ad essere fondamentale per mantenere costante l’interazione con il pubblico e per attirare attenzione sulle attività organizzate negli spazi del Museo. Grande efficacia hanno dimostrato i Virtual Tour, sia del Museo che della mostra “Vespizzatevi! 75 anni di successi e di ripartenze” inaugurata per il 75° compleanno di Vespa, il 23 aprile 2021.

In occasione di questa mostra, tra maggio e agosto sono stati programmati 8 post che, preceduti da un post introduttivo e seguiti da uno finale, hanno illustrato le sue 6 sezioni. Con la rubrica dedicata alla mostra e gli 8 post, dal 05 maggio al 18 agosto 2021 sono state raggiunte 51.393 persone con 1.519 tra reazioni, commenti e condivisioni .

Nel corso del 2021 è stata messa in atto una programmazione comunicativa equilibrata tra news di eventi, news del Museo e immagini d’archivio e della collezione. La programmazione è stata preventivamente condivisa con le competenti funzioni Piaggio (brand e digital manager), in modo da realizzare una comunicazione condivisa e coerente con i fini aziendali. Tra le altre attività, merita una menzione l’inserimento sul nostro sito di storie che, condivise all’interno del piano di comunicazione aziendale, hanno permesso di aumentare il traffico sul sito del Museo Piaggio. 

La maggiore sinergia con i social aziendali ha inoltre portato per la pagina Facebook del Museo ad un incremento di 3.553 like, passando da 26.175 a 29.728 follower, e per la pagina Instagram da 3.663 a 5.205 follower. 
Sulla pagina Facebook, nel corso del 2021 in totale sono stati realizzati 122 post, di cui 50 su immagini di archivio, 12 su rubriche tematiche, 22 di eventi e 33 news e immagini della collezione del Museo.
Sulla pagina Instagram nel corso dell’anno sono stati pubblicati 74 post fra post da rubrica e post di immagini di archivio.

Per quanto riguarda il lato comunicazione più specificamente rivolto agli eventi culturali organizzati dalla Fondazione Piaggio, è stato realizzato un video con il montato di immagini di concerti e interviste agli artisti all’interno degli spazi del Museo ed è stato commissionato a Canale 50 un focus di 25 minuti con approfondimenti giornalistici in occasione del concerto di Raiz e Radicanto all’interno della summer edition del Pontedera Music Festival.
Entrambi i video sono stati caricati nella home page del sito del Museo e sono stati pubblicati su Wide, web magazine ufficiale del Gruppo Piaggio e sulla pagina Intranet aziendale.

 


 

NOTA

La programmazione culturale annuale della Fondazione Piaggio è stata realizzata grazie anche al contributo di 13.754,91 euro da parte della Regione Toscana ricevuto da Decreto dirigenziale n. 19792 dell'8.11.2021, quale contributo ordinario annuale ai musei di rilevanza regionale

1 2 3 4